Baby Santos vs San Carlo Ssg 63 – 56

Sesta di ritorno. Ci presentiamo in casa del Baby Santos a Milano in formato ridotto tra indisponibili e assenti giustificati e non dell’ultimo momento. Sette a referto per una partita che si presenta da subito dura. Si parte e giochiamo punto a punto per i primi 5 minuti, ma veniamo penalizzati da due falli veloci fischiati a Alberto e Donato che costringono coach Roberto ad utilizzare da subito le poche rotazioni disponibili. Riusciamo a limitare il loro primo tentativo di allungo ma il primo quarto finisce 19/12 per loro. Inizia il secondo quarto e ci mettiamo a zona per risparmiare qualche fallo di troppo e per rifiatare un po’ visto anche il caldo che fa in palestra. La mossa si rivela azzeccata, li limitiamo notevolmente, controlliamo i rimbalzi concedendo poche opportunità di secondi tiri. Attacchiamo anche bene sfruttiamo tutti le opportunità che creiamo e riusciamo ad allungare vincendo il quarto 3/21 per un finale di tempo che ci vede avanti di 11 punti 22/33. Unica nota negativa i falli che iniziano a pesare e ci limiteranno nelle fasi successive della partita. Inizia il terzo quarto e diminuisce un po’ la nostra pressione perimetrale che consente a loro dei buoni tiri da tre. Ci infilano per 4 volte di seguito e in un amen recuperano lo svantaggio che avevano e si riportano avanti nel punteggio. Si gioca punto a punto fino alla fine del quarto che ci vede sotto di due punti 46/44. I falli purtroppo e le scarse possibilità di ruotare non ci consentono di difendere come vorremmo. Teo commette subito il suo quinto fallo e subito dopo Alberto si fa male di nuovo con il riacutizzarsi della vecchia contrattura e deve anche lui lasciare il campo senza poter più rientrare. Giochiamo gli ultimi 8 minuti con i cinque rimasti disponibili e con Donato e Tony entrambi gravati di falli. Inoltre le forze iniziano a mancare. Loro allungano di nuovo, riusciamo a riavvicinarsi ma con due tiri da tre ci ricacciano indietro. Perdiamo 63/56 ma lottiamo fino alla fine. Grazie polemico a tutti i presenti. Con qualche buon allenamento e presenza in più forse, anche se non c’è contro prova , anche questa la potevamo portare a casa . Ora rimbocchiamoci le maniche e cerchiamo di ricompattarci. Il cammino è ancora lungo.